© 2023 by Alessandro Colombo

La mia storia

Sono nato in provincia di Milano il 23 novembre del 1973, da Luigi e Graziella, due persone molto semplici con un passato difficile e di famiglie molto modeste. A crescermi fino ai 12 anni è mio nonno paterno, un reduce della II guerra mondiale dall'aspetto burbero ma con un cuore immenso. Infanzia e adolescenza sono fasi della mia vita molto turbolente, e a 15 anni abbandono gli studi per andare a lavorare in una officina meccanica e aiutare economicamente la mia famiglia. All'età di 18 anni, realizzo il mio sogno di bambino, ovvero di potere diventare un soldato come mio nonno, e mi arruolo nei Carabinieri entrando a far parte del 1° BATTAGLIONE CARABINIERI PARACADUTISTI 'TUSCANIA', uno dei reparti di Èlite dell'Arma.

Superato con successo il duro addestramento per diventare esploratore e pattugliatore scelto, vengo impiegato in numerose operazioni in ambito nazionale, finalizzate alla cattura di pericolosi latitanti, alla lotta alla criminalità organizzata e ricerca di vittime di sequestro di persona. Nel 1996 prendo parte alla missione internazionale di peace keeping 'JOINT ENDEVOUR' in Ex Jugoslavia con il contingente militare NATO .

Nel 1997 pochi giorni prima di partire con la squadra di protezione dell'ambasciata in Algeria, vengo investito da un'auto che non rispetta la precedenza e mi provoca gravissime lesioni alla gamba sinistra facendomene perdere parzialmente la funzionalità.

Dopo sedici mesi di riabilitazione riesco a rientrare in servizio e dal 1999 al 2002 opero in Piemonte nei reparti operativi dell'Arma territoriale.

A causa di un aggravamento delle condizioni della gamba, nel 2002 vengo riformato e congedato per non essere più idoneo al servizio militare incondizionato, e mi viene riconosciuta una invalidità permanente del 67%. Nel 2004 rientro al Ministero della difesa in qualità di personale civile con incarichi d'ufficio.

Nel frattempo durante la lunga riabilitazione post operatoria mi ero appassionato al CICLISMO e cominciai a gareggiare nelle categorie amatoriali raggiungendo discreti livelli. Nel 2008 divento un ATLETA PARALIMPICO ed entro a far parte della NAZIONALE ITALIANA DI CICLISMO DISABILI, con la quale disputo numerose gare nazionali e internazionali. Nel 2009  e 2010 sono il primo atleta paralimpico a partecipare a una corsa a tappe per professionisti, con una selezione di corridori italiani, la Vuelta Chiapas (MEX).

Nel 2012 decido di dedicarmi al PARATRIATHLON;  e dopo un breve periodo di allenamento, vengo convocato nella NAZIONALE ITALIANA, con la quale disputato due edizioni dei CAMPIONATI EUROPEI (Israele e Turchia) e due CAMPIONATI DEL MONDO (Auckland e Londra). Nel 2013 e 2015 conquisto anche il titolo di CAMPIONE ITALIANO DI CATEGORIA.  

Per i risultati conseguiti, nel 2014 mi è stata conferita dal CONI la  'MEDAGLIA DI BRONZO AL VALORE ATLETICO'.

In quindici anni di attività sportiva ad alto livello sono diventato un grande appassionato di preparazione atletica, e ho scoperto l'importanza di un approccio metodologico appropriato, strutturato e pianificato non solo per la componente fisica e fisiologica ma anche per quella psicologica/emozionale.

Ho iniziato ad occuparmi di pianificazione, periodizzazione dell'allenamento, organizzazione e gestione di atleti principianti ed evoluti, rivolgendo particolare attenzione alla gestione delle emozioni e all'approccio mentale.

Lasciato il pubblico impiego presso il Ministero della Difesa ho iniziato a specializzarmi in percorsi di gestione, conduzione e crescita di gruppi, eterogenei per cultura, istruzione e professione. Sono appassionato di psicologia e filosofia e dal 2011 ho iniziato ad operare nell'educazione e formazione degli adulti utilizzando il coaching individuale e di gruppo, prevalentemente in modalità esperienziale, che integro con metodologie della Gestalt.

Oggi il mio lavoro si divide nella preparazione e motivazione di atleti e sportivi di ogni ambito e in particolare di ciclismo, podismo e triathlon. Tengo eventi di formazione e motivazione per singoli, società e enti pubblici; portando al cliente il valore aggiunto e la credibilità delle mie esperienze umane, militari e sportive.

Dal 2008 ho scelto di trasferirmi in Altoadige dove vivo con la mia compagna e i miei due figli più piccoli, Emma e Aaron mentre il più grande Simone, vive e studia in provincia di Milano.

Mi sono formato presso la scuola di Counselling dell'Istituto Gestalt di Trieste, diretta dal Dr. Paolo Baiocchi.

- Gestalt counsellor

- Formatore esperienziale e facilitatore

- Outdoor trainer

- Sport & Life Coach

- Consulente in crescita personale

- Maestro di MTB e DS categorie giovanili Federazione Ciclistica Italiana

- Guida ciclospotiva Federazione Ciclistica Italiana

- Massaggiatore sportivo (CONI) 

- Paracadutista

- Istruttore di triathlon