© 2023 by Alessandro Colombo

COMUNICAZIONE ETICA

PROGRAMMA e OBIETTIVI 
 
Il corso è strutturato in tre distinti moduli consequenziali e interconnessi
fra loro:
1.Le abilità comunicative di base: apertura - offerta- accettazione
- rifiuto - definizione - confronto
Nel primo modulo, le Abilità Comunicative di Base, l’obiettivo generale consiste nell'acquisire le capacità che permettono di ascoltare ed esprimersi con efficacia. Ascoltare con efficacia significa sviluppare doti empatiche per comprendere veramente cosa l’altro sta dicendo e richiede lo sviluppo di competenze che aiutano a: focalizzare il problema dell’altro, gestire la componente emozionale dell’altro, individuare rapidamente delle soluzioni. Esprimersi con efficacia richiede parimenti lo sviluppo di skills che aiutino a far si che l’altro a comprenda il problema da gestire, gestire l’eventuale reazione dell’altro al messaggio inviato, promuovere una soluzione concreta del problema per il quale ci si esprime.

Il modello che presento è un metodo innovativo finalizzato a generare un clima efficace di comunicazione sia in campo personale che professionale. La novità rispetto alle altre metodologie attualmente esistenti consiste nel concentrare l'attenzione prevalentemente sulla lettura degli eventi comunicativi piuttosto che sulle tecniche di comunicazione che servono a gestirli.

Questo cambio di paradigma aumenta la possibilità di rendere etica ed ecologica la comunicazione, in quanto viene depotenziato la componente di potere relazionale che viene normalmente ricercato nelle tecniche di comunicazione. Nella mia esperienza infatti ho potuto sperimentare che spesso le persone ricercano modalità comunicative efficaci per poter influenzare gli altri. Secondo il metodo della Comunicazione Etica, viene data particolare attenzione alla lettura degli eventi, portando l’individuo a riflettere da un punto di vista neutrale (non quello personale e neanche quello dell’interlocutore) su cosa stia realmente accadendo nella relazione e nelle dinamiche che sono in atto. L’intervento comunicazionale è quindi centrato sull’evento e sulla ricerca della soluzione del problema, non sulla persona con la quale si comunica.
 

 
2.Gli strumenti di lettura:  analisi dell'episodio - analisi della relazione - analisi del sistema - analisi delle dinamiche.
Nel secondo modulo, gli Strumenti di Lettura, l’obiettivo centrale consiste nel fornire all’allievo la capacità di raggiungere una percezione il più possibile oggettiva e non filtrata da interpretazioni personali delle situazioni lavorative e relazionali in atto.
3. I processi di risoluzione dei conflitti
Nel terzo modulo, i Processi di Risoluzione, l’obiettivo centrale consiste nel fornire all’allievo le conoscenze e le abilità che permettono di gestire le specifiche situazioni di base identificate dallo strumento “analisi dell’episodio” mediante dei processi di risoluzione che rispettino la struttura del problema evidenziato in ognuna delle situazioni di base. Un frequente motivo di fallimento della comunicazione nasce dall’uso improprio di processi di risoluzione aspecifici: come una chiave apre una sola serratura, allo stesso modo una specifica situazione può essere risolta mediante uno e uno solo dei processi descritti. Ogni processo di risoluzione è composto da una serie di fasi consequenziali che garantiscono il raggiungimento di obiettivi progressivi.

METODOLOGIA DEL CORSO:

Il corso ha un taglio prevalentemente esperienziale e si svolge in quattro incontri di due giorni ciascuno a distanza di circa un mese. I moduli prevedono lezioni frontali, analisi di casi, esercitazioni pratiche, small techniques e role playing e momenti di riflessione e condivisione in gruppo.